mercoledì 22 dicembre 2010

Cartolina di Natale


Quest’anno mi va così!
Evidentemente mi ha beccato quella sorta di virus natalizio che non porta febbre ma un po’ di melanconia. E così giro un po’ le spalle, giusto per dare una sbirciata a quest’annetto che sta facendo i bagagli.
Non mi piace fare bilanci… Oddio non in senso assoluto visto che con i bilanci ci campo… Ma quelli hanno i numeri, lì comanda la partita doppia. Nella vita non c’è partita doppia… e allora saltano gli schemi… No, niente bilanci. Giusto qualche istantanea. E così tra il piacere di una soddisfazione, l’arrivederci a chi è partito e il sorriso di momenti belli, rimangono tra le mani 4 o 5 pezzi di vita del 2010 da conservare gelosamente.
Alcuni li metto via, nel cassetto privato… Altri sono lì, da condividere.
Tra questi ne scelgo uno che questa febbre melanconica-natalizia me lo fa ergere a rappresentare il 2010.
Quattordicinovembreduemiladieci, ore quattordici circa, Piazza Castello, Torino.
La mia prima maratona è finita da oltre un’ora. Sul traguardo ho raccolto quel brivido che cercavo.
Già cambiato, abbracciato parenti, ricevuto chili di pacche sulle spalle.
Arriva Maurizio tutto allegro dentro un sacco della spazzatura (!!!). Paola torna sorridente.
Mi avvio a salutare gli amici della Podistica Leinì e vengo accolto con un istintivo caloroso abbraccio.
Ecco, quest’anno come augurio invio la cartolina immaginaria di questo brivido, di questi sorrisi, di questo abbraccio… di questa condivisione.

Buon Natale!

3 commenti:

  1. ricordati che anche se sono arrivato come una monnezza in un apposito sacco che era già prenotato da tempo, probabilmente sarò riciclato e allora, tornerò sotto un'altra forma, un'ottima forma. :-))
    bel 2010, ho imparato a conoscere i tuoi difetti, ora mostra i pregi.. ih ih ih

    RispondiElimina
  2. Auguri!
    Di Buon natale e di poter rivivere quei momenti.

    RispondiElimina
  3. bella questa cartolina! grazie!

    RispondiElimina